La mia esperienza al Conquest Final

Vai ai contenuti

La mia esperienza al Conquest Final

Conquest Italia Official
Pubblicato da Joel Artanis in testimonianze · 6 Dicembre 2021
La strada per qualificarmi al Final è stata lunga ed impegnativa, ma grazie a questa modalità ho potuto visitare realtà differenti, conoscere persone e fare nuove amicizie. Mi classifico quindicesimo su sedici.
Nella magnifica location in quel di Modena mi ritrovo immerso nella realtà del Conquest, circondato dai migliori giocatori del Paese. Io, quello “fuori dal coro” che non è particolarmente presente sui forum, nelle chat del gioco né partecipa agli eventi online. Io, l'underdog sul quale nessuno punterebbe mai perché non credo nel concetto di meta e che non gioca mai le Bande e le combo più efficaci del momento.



La prima partita è, come prevedibile data la natura dell'evento, estremamente impegnativa e altrettanto appagante. La vittoria su un avversario così competente (arriverà secondo) mi accende dentro.
Il secondo match mi vede decisamente immerso nelle difficoltà, talmente tanto da farmi quasi desistere. Le parole di un vero amico seduto al mio fianco tuttavia mi hanno spronato a non mollare e alla fine trionfo. Il bello di questo hobby è anche la sua community dove siamo tutti amici. Grazie Mirko.
L'ultimo match, la finale, meriterebbe una trasposizione cinematografica. Proprio all'ultimo round mi ritrovo con un unico modello contro quattro. L'avversario è fortissimo, ma io sono determinato a portare il mio messaggio il più in alto possibile. Riesco a vincere against all ods, conquistando la vetta.

Cosa mi ha concesso di trionfare su avversari così competenti e qualificati? Forse la fortuna, o forse, come piace pensare a me, il cuore. Sì perché io credo nel valore della passione che se alimentata a dovere può sconfiggere le idee di “meta”, “tier” e “performance” che cementano le scelte di molti giocatori.
Se dovessi dare un cosiglio a chi volesse approcciarsi al gioco sarebbe proprio questo; date ascolto unicamente al vostro cuore e alle vostre passioni, perché solamente queste cose contano.

Ringrazio moltissimo i ragazzi del Conquest per avermi permesso di portare il mio messaggio e li ringrazio per la loro passione e determinazione nel divulgare il buon gioco, continuando a credere nei valori di amicizia e collaborazione.



Torna ai contenuti