VIKING'S Blog - Conquest Italia Official

Vai ai contenuti

Hobbysmo e Gioco Competitivo

Il circuito Conquest ha il merito di aver riportato in auge, fra le altre cose, un certo rispetto e attenzione per l'aspetto strettamente hobbystico dei nostri amati giochi da tavolo. Questo non è solo un senso di attenzione, che sarebbe già un motivo più che sufficiente, nei confronti dei giocatori o dei pittori più abili che devono vedersi riconosciuto il proprio impegno a prescindere del risultato strettamente competitivo del singolo evento a cui partecipano.

Impegno spesso non minore alle numerose partite e studio profusi dai giocatori più attenti.

Avere il proprio esercito completamente dipinto ha anche un effetto stabilizzante nei confronti del gioco competitivo. Questo perché non avere subito o ben disponibile il “pezzo” assolutamente giusto in quel particolare periodo di gioco frena lo squilibrio di alcune armate che sono spesso, come ci hanno spesso abituato le case produttrici, molto forti appena uscite per poter poi essere sistemate con FAQ o aggiustamenti in punti ancora prima che la casa produttrice ci metta mano.

A questo discorso possiamo aggiungere la croce di alcuni giochi inglesi che odiano con tutti se stessi il QCVEQCH (quel che vedi è quel che hai) che evita ai suddetti di giocare praticamente qualsiasi cosa la fantasia gli faccia venire in mente in termini di armi o, peggio, di pezzi pur di non spendere i soldi necessari ad aggiornare la propria collezione. Provate ad ottenere il massimo da quel che avete se proprio non avete voglia o possibilità di avere l'ultimo grido in termini di gioco.

A tutto questo dobbiamo anche aggiungere anche il discorso delle mode di gioco. Se in un dato momento i Drukhari, o il Mech o quel che sia sono considerati universalmente “disumani” e inaffrontabili questa cosa non fermerà i giocatori migliori dal trovare soluzioni anche con i loro eserciti preferiti e, spesso conoscendo meglio i propri limiti e pregi, ad ottenere comunque un buon risultato o la vittoria in eventi competitivi o partite casalinghe. I risultati del Final dello scorso anno ne sono un chiaro esempio.

Quindi prendetevi il giusto tempo sia per giocare che per preparare i vostri pezzi al gioco che ne rimarrete sempre soddisfatti, o perlomeno sicuramente nei nostri eventi.

Le Ragioni dei Dadi

Ogni volta che esce un codex le folle delle community per il mondo si strappano i capelli dietro all'iper-arma-di-fine-di-mondo di turno.

Corso di Arbitraggio

A nessuno piacerebbe iscriversi a un torneo di tiro con l'arco e trovarsi a dover correre 1000 metri di corsa piana, no?

Conquest Italia a Mosca

Siamo stati invitati a parlare del nostro progetto al Festival di natale riguardante lo scambio culturale tra Russia e Italia

La mia esperienza al Conquest Final

La strada per qualificarmi al Final è stata lunga ed impegnativa, ma grazie a questa modalità ho potuto visitare realtà differenti, conoscere persone e fare nuove amicizie. Mi classifico quindicesimo su sedici.
Nella magnifica location in
© Copyright A.S.D. Conquest Italia A.P.S.
Torna ai contenuti